Domenica tra Coppa Italia e Serie A per le Amazzoni

Finalmente, questa domenica, tutte le Amazzoni sono tornate in campo, anche se purtroppo, non  insieme. Il 14 Aprile le Mugellane sono migrate in terra Emiliana, come, per molte di loro, ormai di consuetudine. Con la differenza che, le ragazze non convocate in serie A (S. Boni, S. Cerbai, V. Chelazzi, F. Montani) questa volta si sono dirette un po’ più lontano di Bologna, a Pieve di Cento, per disputare la tappa di Coppa Italia organizzata dal comitato dell’Emilia Romagna, gentilmente accolte e adottate dalle Pievesi. Le squadre presenti al concentramento erano 5: Pieve di Cento, Formigine, le Cinghiale, Piacenza e Rimini.

Nonostante le Amazzoni e le Pievesi giochino insieme per la prima volta, la squadra entra in campo aggressiva e con tanta voglia di giocare. Purtroppo la scarsa conoscenza le une delle altre si fa sentire e non bastano gli sforzi messi in campo da tutte le ragazze; è chiaro sin dal primo minuto della prima delle partite disputate che il livello in Emilia Romagna è molto alto. Tutte le quattro partite finiscono in negativo per le Pievesi – Mugellane che purtroppo si classificano ultime al concentramento. Nonostante i risultati gli allenatori delle due squadre convengono che gli spunti positivi siano molti, si ripartirà da questi per migliorare le capacità collettive e individuali delle squadre.

Da sottolineare anche la presenza Amazzone sugli spalti di Pieve a sostegno delle compagne di squadra, nonostante l’imminente partita delle convocate in serie A con le Fenici del Rugby Bologna.

Dopo il terzo tempo, le ragazze che la mattina erano impegnate nel concentramento, partono per Bologna, per assistere alla partita Fenici Rugby Bologna – Unione Rugby Capitolina; squadra quest’ultima imbattuta ed in testa alla classifica del girone.

Sono quattro le Amazzoni convocate: A. Barbugli, S. Bartolini, M. Chelazzi, B. Pinzauti.

Quella che si è disputata nel pomeriggio di Domenica 14 Aprile al campo da Rugby La Dozza di Bologna è stata sicuramente una delle partite più difficili giocate fino ad adesso per le nostre Fenici. Partono titolari Barbugli, Chelazzi e Pinzauti con Bartolini che subentra al 50′.

Le Romane sono ossi duri e non si lasciano sfuggire neanche mezza occasione per attaccare e, in molti casi, bucare la difesa delle tosco-emiliano-bolognesi ed arrivare fino alla linea di meta. Al 21′ le laziali segnano la meta bonus (cioè la quarta) e, probabilmente scoraggiate dall’andamento della partita le Fenici non riescono a frenare l’aggressività di Capitolina, che non fa riprendere mai fiato per tutti e ottanta i minuti. Tanto che la partita finisce sul punteggio di 3 – 71, con gli unici tre punti segnati dalla nostra Barbugli su un calcio di punizione. Amara sconfitta per le ragazze, che dovranno azzerare la mente e concentrarsi sulla prossima partita.

Sicuramente i risultati della giornata non sono stati positivi e c’è da fare molto lavoro per migliorarsi, ma è stata comunque una bella giornata di rugby e di socialità in cui ci si è potute confrontare con squadre più forti delle nostre.

Pentesilea di giornata la nostra seconda linea Bianca Pinzauti, che ogni volta porta il suo contributo e si fa notare in campo per voglia e aggressività.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: