E sole fu: Amazzoni vincitrici sotto il sole fiorentino.

Finalmente le temperature si sono alzate e il sole è venuto fuori per l’VIII giornata di coppa Italia disputata a Firenze, domenica 8 aprile.

A causa dell’assenza di due squadre, è stato decretato un solo girone che ha visto le Amazzoni disputare quattro partite una dopo l’altra, la prima contro Siena. Le intenzioni delle giocatrici mugellane sono state subito chiare, battere la difesa con gioco di mani veloci e ricercare dello spazio per battere la difesa avversaria. La prima meta infatti è stata segnata fissando le giocatrici senesi e sfruttando un dislivello della linea avversaria (Barbugli). Il caldo si fa un po’ sentire ma grazie all’alto numero di ragazze in panchina, le Amazzoni riescono a rifiatare e viene portato in campo un gioco ancora più organizzato che permette mani veloci fino all’ultima giocatrice che in seconda fase porta in meta Molinelli. Nonostante qualche fallo, le Amazzoni sono contente della prestazione e decretano la prima vittoria per 10-0 (Barbugli 1, Molinelli 1).

La seconda partita è contro Piombino. L’inizio della partita vede una difesa dura e avanzate da parte delle Amazzoni che mettono in campo attitudine e voglia di dimostrare le loro qualità. Le prime mete sono state dettate da un gioco di mani veloce e cambi di fronte di attacco anche vicino alla linea di meta avversaria. Inoltre, in alcune occasioni le pulizie sui punti d’incontro sono state più che positive, permettendo alle gambe veloci di Sargenti di portare la palla in meta più volte. Durante il secondo tempo la linea difensiva amazzone ha sentito un calo e in un paio di occasioni si è strinta troppo verso la palla: atteggiamento punito da una meta avversaria. Le Amazzoni però riprendono subito il gioco in mano e pestando sulle gambe e dimostrando la loro superiorità fisica, entrano in meta con Rocchi. Il gioco si fa ancora una volta analitico e organizzato, raddoppi della linea di corsa e colpi di polpastrelli permettono di concludere la partita 42-12 per le Amazzoni (Montani 2, Sargenti 2, Rocchi 1, Molinelli 1).

La terza partita è contro il Gispi. Il gioco durante questa partita ha subito una “battuta d’arresto” a causa del divario tattico e di esperienza rugbistica non trascurabile. La partita si conclude 61-0 per le Amazzoni (Rocchi 1, Molinelli 1, Loli 4, Bartolini 2, Sargenti 1; trasformazioni di Barbugli, Molinelli e Bartolini).

Il concentramento si conclude con le giocatrici di casa, le Medicee. Per alcuni aspetti questa partita rispecchia quella precedente anche se questa volta il gioco è stato più fluente e ha permesso alle Amazzoni di avere più occasioni per organizzarsi: entrano in meta grazie a fasi ben strutturate e pensate. La partita termina 35-0 per le Amazzoni (Pinzauti 1, Molinelli 2, Sargenti 2; trasformazioni di Barbugli, Molinelli e Bartolini).

Giornata molto positiva per le atlete mugellane. L’ampia rosa portata in campo da coach Calabrese ha permesso un gran riciclo di giocatrici, portando in campo migliori performance e dimostrando l’invidiabile attitudine delle Amazzoni.

Due Pentesilea tra le Amazzoni questa domenica. La giovanissima Luisa Collini, al suo primo anno di rugby giocato, che utilizza fisico e capacità di uscita dal frontale permettendo alla squadra di avere punti di rilancio del gioco avanzanti e sacrificandosi in un lavoro difensivo efficace. E l’onnipresente Francesca Montani che con la determinazione, linee di sostegno efficaci e mete di pregevole fattura contribuisce in maniera decisa alle vittorie di giornata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: