Rugby e fango: squadra vincente non si cambia!

Le condizioni meteorologiche non si sono smentite nemmeno per la sesta giornata di Coppa Italia che si è svolta a Piombino: vento, pioggia e fango sono sempre all’ordine del giorno, certo è stato un miglioramento dalle condizioni estreme – neve… tanta neve…  – che il 4 marzo scorso causarono l’annullamento della tappa di Siena.

Proprio a causa della lunga pausa dall’ultimo impegno ufficiale, le ragazze del Mugello si son presentate in campo consapevoli di dover mantenere la concentrazione e ritrovare velocemente il ritmo partita.

Destino vuole che la prima partita fosse contro il Gambassi, squadra con cui le nostre ragazze non avevano dato il loro meglio nell’ultimo raggruppamento. Fin da subito l’atteggiamento mostrato è performante e gli avanzamenti efficaci della prima linea permettono, dopo pochi minuti, a Chelazzi di segnare una meta. Successivamente le Amazzoni scelgono di giocare al largo, muovendo velocemente la palla e mantenendo linee di corsa verticali; le mete successive sono state fatte attaccando gli intervalli, riuscendo a giocare su tutta la linea veloce e sfruttando la fisicità delle avanti per un bel bottino di 7 mete (1 M. Chelazzi, 3 Molinelli, 1 Rocchi, 1 Sargenti, 1 Pinzauti). La partita termina 54-5 per le nostre Amazzoni, con trasformazioni di Molinelli e Barbugli. Nota per li interni: parità stagionale Chelazzi-Maestrini, la sfida continua.

Altra avversaria di giornata il Siena, squadra con la quale solitamente le Amazzoni si sono incontrate nelle finali di raggruppamento. Le ragazze di Coach Calabrese  partono alla grande e grazie ad una buona azione su calcio d’inizio senese, Sargenti segna la prima meta della partita. Recuperate nel punteggio dalle avversarie, le Amazzoni impongono il loro gioco rodato in lunghe-lunghe-lunghe-lunghe-lunghe sedute di allenamento sempre tenute in compagnia della frescura del fiume Sieve; riescono così a costruire varie fasi di gioco produttive che portano il punteggio finale sul 35 a 5 (mete: 2 Sargenti, 2 Molinelli, 1 Boni), trasformazioni Barbugli.

La finale per il primo e secondo posto è stata disputata con le padroni di casa del Piombino. Causa infortuni, la partita in accordo con l’arbitro si gioca 6 contro 6, per indisponibilità di giocatrici del Piombino. La partita viene comunque sospesa durante il primo tempo per mancanza di un numero sufficiente di giocatrici avversarie sul punteggio di 3 mete a 1 per le mugellane (tabellino: 2 Sargenti, 1 Pinzauti).

L’esito del concentramento si può dire soddisfacente nonostante l’amarezza di non essersi potute giocare la finale fino in fondo. Le Amazzoni si sono dimostrate meno fallose del solito forse grazie ai reiterati richiami del coach in allenamento o forse grazie ad una maggiore consapevolezza delle fasi gioco da parte di tutte le atlete…. sicuramente è grazie al coach! Certo è che le Amazzoni confermano la loro meritata prima posizione in cima alla classifica.

Pentesilea a Piombino è Francesca Sargenti. Velocità e reattività caratterizzano il suo gioco; attacca lo spazio e riesce a trovare gli intervalli giusti sfruttando bene la continuità. Queste le qualità dell’estrosa trequarti mugellana anche in questa fango a giornata di Coppa.

Prossimo appuntamento l’8 aprile a Firenze sul campo delle Medicee!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: