Sostegno, un fondamento del rugby

Giornata importante quella di ieri a Borgo San Lorenzo, non per la classifica ma per il sostegno al Rugby I Briganti, per il quale ringraziamo tutti gli spettatori, il Rooster Galluzzo e il Sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni ( che inizia essere una presenza consueta al fianco del Rugby Mugello, ci fa piacere ) che ha presenziato alla partita e sposato l’iniziativa.

Comunque sempre di rugby si tratta qui c’è di mezzo una partita, nella fattispecie l’ultima della prima parte di stagione ( ricordiamo che il CRT quest’anno ha spostato la formula a doppio girone rotante stellare, tipo arma segreta di Mazinga ) che non aveva nulla da dire per la classifica del Rugby Mugello ormai saldamente al terzo posto e sicuro della partecipazione alla pool silver- Coppa Toscana, ma ogni partita di rugby è sacra e va quindi rispettata.

La giornata poi si presenta perfetta: tempo meraviglio, temperature ideale, terreno di gioco umido al punto giusto ( tranne una pozza che è costata cara al Franci ), buona presenza di pubblico. Ah giusto, altra cosa importante: 22 giocatori in lista gara. 22. Babbo Natale e la Befana hanno portato un sacco di pezzi di ricambio e finalmente la lista degli infortunati si è accorciata.

Spazio quindi ai cambi, alle scelte tecniche e al riposo abituali nei giochi di squadra ma che che spesso dalle parti del Romolo Landi non si possono fare per la rosa corta e una certa dose di sfortuna; poi certo, mica tutto può essere perfetto quindi ad esempio su 7 giocatori c’è solo un cambio per la prima linea ma sarà mica un problema, basta non contare le mischie e vedrai che la fatica non si sente.

Parlando della partita il risultato di 10 a 0 può essere il frutto di due tipi di match: o con delle difese vincenti che reggono anche alla decima fase di attacco con un ritmo forsennato, o con attacchi poco incisivi e un ritmo blando. Ecco, diciamo che è stata più il secondo tipo di partita, molto fisica, ruvida ( 5 cartellini gialli ), forse poco spettacolare ma il rugby è anche questo e alla fine se ne esci vincitore te lo sei comunque guadagnato.

La squadra non è uscita totalmente dal campo, l’obbiettivo era provare tutte le situazioni di gioco potendo sfruttare l’ampio turnover di giornata ( a partita in corso cambio dell’intero reparto delle seconde linee, del tallonatore, del 9, dei centri ), ma la fretta e la ruggine accumulata nelle settimane di pausa hanno fatto mancare il bersaglio.

Buona la presenza di pubblico, sia per la raccolta fondi che per il sostegno ai ragazzi, che hanno sentito tutta la spinta della staccionata anche se in alcuni caso non lo davano a vedere, ma credete che quello che può tirar fuori un tifoso da un giocatore con l’incitamento è tanto, non ne avete idea. Lasciate perdere gli arbitri giusti o sbagliati, tanto poi, alla fine, decidono loro e meno male che lo fanno, altrimenti la domenica pomeriggio tutti a giro per centri commerciali, gli avversari belli brutti buoni o cattivi, per fortuna anche loro ci sono sennò a giocare sempre tra di noi sai che noia, per ogni parola “contro” che vi viene in mente e che non urlate dite due “a favore”, vedrete che vi guadagnerete anche qualche birra offerta al bar nel dopo partita!

Formazione: Mattera, Maestrini, Lottini, Innocenti ( Monaci ), Bertocci, Ulivi ( Robilotta ), De Nicolò, Signorini, Carpini (c), Sini ( Tizzanelli ), Vigiani ( Rocchi ), Franci ( Michelutto ), Fratini, Petrelli ( Romagnoli ), Assandro.

Allenatore: Vannini

Mete: Signorini x2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: