2018: buona la prima!

Le Amazzoni danno inizio al nuovo anno confermando i risultati del 2017. Ieri, domenica 14 gennaio, si è svolta la IV giornata di coppa Italia a Colle Val d’Elsa e le nostre giocatrici non hanno lasciato il minimo dubbio su quanto abbiano lavorato in questa prima parte di campionato.

La prima partita è stata disputata contro Piombino che, reduce dalla scorsa partita, non è entrato in campo al meglio. Il primo tempo vede Molinelli segnare 3 mete quasi una dopo l’altra, supportata dal mantenimento di linee dritte e verticalizzanti di tutta la squadra. La protagonista del secondo tempo è Bartolini che marca due mete al limite esterno dell’area, non si può dire che non svolga il suo ruolo di ala! Durante questi 10 minuti il coach Calabrese ha schierato in campo tre ragazze che hanno iniziato da poco a giocare e si sono dimostrate pronte e si è iniziato a vedere una certa attitudine nello stare in campo. La partita si è conclusa 35 a 12 (5 trasformazioni Barbugli).

Dopo la pausa di una partita, è l’Elba a scontrarsi contro le mugellane. Fin da subito il divario tattico è palese, tanto che il gioco subisce una sorta di stallo dovuto alla poca reattività delle avversarie. Dopo poco il fischio d’inizio, Molinelli va subito in meta (3) seguita a ruota da Sargenti (1) e Loli (1), concretizzando quindi nel primo tempo 5 mete in tutto, 1 ogni due minuti. Il secondo tempo è stata la fotocopia del primo, veloce gioco di mano che porta sempre in meta (Molinelli 1). Degno di un’ulteriore menzione è stata Chelazzi Viola, che segna la sua prima meta in assoluto. La partita si conclude 47 a 12 (5 trasformazioni Barbugli e 1 trasformazione Bartolini).

L’ultima partita del concentramento è stata disputata contro Siena. Durante ogni giornata di campionato questa è la partita che le Amazzoni aspettano di più in quanto è la squadra che permette di mettere in campo quanto è stato lavorato durante gli allenamenti e verificare quanto è stato appreso. Il primo tempo non parte al massimo, un paio di placcaggi non riusciti troppo bene rallentano lo schema di gioco delle Amazzoni. Ma la voglia di dimostrare quanto meritino il primato del concentramento fa si che le Magellano rientrino in gioco e Molinelli va in meta (2). La determinazione e l’orgoglio delle nostre giocatrici permette loro di distinguersi: le salite difensive pressanti hanno fatto commettere svariati avanti alle avversarie; le mischie sono state per lo più vincenti anche in difesa, nonostante la presenza di alcune giocatrici del Siena in serie A; passaggi di palla veloci e precisi hanno permesso di prendere linee verticali che in due occasioni hanno portato in meta (Sargenti 2 e Barbugli 1). La partita si conclude 35 a 7 (4 trasformazioni Barbugli e 1 trasformazione Molinelli).

La consapevolezza alla fine di questa partita è che l’impegno di queste ragazze è al massimo, anche se il margine di miglioramento è sempre ampio. L’entusiasmo delle nuove ragazze dimostra che questo gruppo sia forte e unito, i risultati e il gioco sul campo ne sono testimoni. Ancora una volta il neo di queste ragazze è talvolta la disciplina quindi imparare il regolamento a memoria sarà uno dei buoni propositi per il 2018! Prossimo appuntamento il 18 febbraio a Prato.

Giornata di grazia per Molinelli, Pentesilea di giornata. Enorme il lavoro in attacco, dove minaccia costantemente la linea del vantaggio e creando sconquassi nelle difese avversarie; anche in difesa è fondamentale, raddoppia sistematicamente così da creare i presupposti per impossessarsi di una miriade di palloni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: