Coppa Italia, una giornata da Amazzoni

In un’inaspettata giornata di sole, domenica 19 novembre, le Amazzoni sono scese sul campo Venturelli di Piombino per disputare la seconda giornata di coppa Italia.

Le Amazzoni hanno esordito nel girone A insieme a Piombino e Siena, mentre il girone B è composto da Gambassi, Firenze, Elba e Gispi.

La prima partita è contro Piombino, squadra con giocatrici veloci con la quale le mugellane non si scontravano da tempo. La partita non è iniziata alla grande per le nostre ragazze, alcuni passaggi non precisi hanno precluso l’arrivo alla meta ma una difesa avanzante non ha lasciato comunque spazio a Piombino. Non potendo contare su un’ampia rosa a bordo campo, le Amazzoni ricaricano velocemente le batterie e durante il secondo tempo, grazie ad un gioco di mani veloce e alle gambe di Sargenti, segnano la meta che sancisce la vittoria contro le ragazze del Piombino.

La seconda partita, si potrebbe dire di routine, vede lo scontro con le ragazze senesi.

In questa partita si è potuto vedere quanto delle touche ben eseguite possano portare a segnare una meta in modo veloce e organizzato: l’ovale dalle mani del 10 è arrivato fino all’ala Bartolini che segna, dopo pochi minuti, la prima meta. Una svista in difesa però permette a Siena di segnare la loro prima e unica meta. Comunque sia le Amazzoni sono in grado di sostenere il gioco fisico del Siena durante tutta la partita, anche se un paio di volte hanno dato filo da torcere in mischia.La partita si conclude con altre due mete, una di Molinelli e l’altra di Sargenti, tutte trasformate da Barbugli.

Dopo una pausa, le Amazzoni si disputano il primo posto con le ragazze dell’Elba, le quali si sono fatte valere alla grande nell’altro girone. Le Elbane, in numero preciso, schierano in campo una formazione 6+1, provando a giocare con un’atleta “fantasma” infortunata, così da non doversi ritirare e vanificare le loro vittorie. In questa situazione le Amazzoni danno ritmo alla partita, puntando sul riciclo veloce del pallone che va sempre a finire nelle mani dell’ultima ragazza schierata. La partita si conclude 6-0 con mete di Barbugli, Sargenti, Molinelli x2, Pinzauti, Loli; mete trasformate da Pinzauti, Molinelli e Barbugli.

Nonostante la vittoria, questo concentramento lascia la consapevolezza che qualche giornata no può sempre esserci e l’unico modo per riparare ai propri errori è allenarsi e allenarsi, soprattutto se il tempo che ci separa dalla prossima giornata di coppa è tanto!

Nessuna Pentesilea (woman of the match) per questa domenica, ma un riconoscimento da parte del Coach Calabrese a tutta la squadra che ha mostrato una gran voglia di mettersi in gioco, disponibilità, sacrificio nonostante i problemi e le difficoltà incontrate in una giornata non delle migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: