La domenica del Rugby Mugello, non riesce a regalare una vittoria ai propri bambini

Domenica dolce amara per il Rugby Mugello, domenica speciale perchè la mattina al campo si è tenuto un allenamento delle categorie minirugby ( dall’under 6 all’under 12 ) con la collaborazione dei giocatori della prima squadra e dei genitori dei bambini.
Un’occasione per conoscersi meglio e per far crescere la collaborazione all’interno della Società; a seguire pranzo al campo tutti assieme in attesa della partita dove i piccoli rugbisti hanno onorato i giocatori seniores di entrambe le formazioni con un corridoio all’ingresso delle formazioni in campo.
Esperienza più che positiva che ha entusiasmato tutti e che sarà sicuramente ripetuta durante l’anno!

Passando al rugby giocato si deve registrare una sconfitta fin troppo pesante per quanto visto in campo; il risultato finale di 20 a 6 non rispecchia l’equilibrio tra le due formazioni per 70 minuti, prima del crollo finale della squadra di casa che ha consentito al Florentia di segnare le mete necessarie per ottenere il bonus offensivo ( la quarta proprio all’ultima azione… ).
Ci si aspettava una partita dura, fisica e così è stata. Il Florentia si è presentata con la squadra cadetta composta da giovani provenienti dall’Under18, alcuni elementi della prima squadra ( che milita in serie B ) e giocatori esperti che creano un mix completo.
Il Mugello non si è tirato indietro reggendo bene in mischia vincendo tutte quelle di propria introduzione, rubandone un paio su introduzione avversaria e concedendo solo due arretramenti, un evidente miglioramento rispetto a domenica scorsa e che dimostra la bontà del processo di cambiamento negli avanti che si è intrapreso in questo inizio di stagione.
Coach Vannini ha impostato la partita sul ritmo e la scelta si è dimostrata vincente, con la squadra di casa a gestire il gioco nella parte iniziale della partita, sbagliando purtroppo un paio di calci piazzati non impossibili e subendo una meta che ne calcio si definirebbe “di contropiede”, con i 3/4 fiorentini che sfruttano un calcio di liberazione stoppato per schiacciare la palla in meta con facilità.
I cinghiali non subiscono però il colpo e anzi aumentano il ritmo portando a casa due calci piazzati che fanno andare le squadre al riposo sul risultato di 6 a 5 per i padroni di casa.
Il secondo tempo vede gli animi scaldarsi con qualche “discussione” breve ma intensa, ottimamente gestite dall’arbitro – il Signor Iavarone da Perugia – che ha mantenuto la partita su un ottimo livello senza ricorrere a cartellini.
Con il passare dei minuti il Mugello si è trovato sempre più spesso a difendere e si sa, quando non hai la palla in mano la fatica è maggiore e alcuni cambi nella formazione fiorentina hanno portato alla rottura degli argini negli ultimi 10 minuti di partita con la pressione degli ospiti che è riuscita a sfondare la difesa dei cinghiali fissando il risultato sul 20 a 5 finale.
Da segnalare l’esordio in prima squadra per Marco Robilotta, un altro elemento proveniente dal vivaio della società, entrato nel finale di partita in una posizione delicata come quella del mediano di mischia e che si è reso protagonista di un paio di bei placcaggi e di una buona gestione del pallone.

Archiviata la sconfitta è già tempo di valutare il recupero dei giocatori ( un paio di brutti colpi per Vannini e Innocenti, si spera guaribili per domenica prossima ) e pensare all’incontro con quella che sembra essere la squadra più forte del girone, “I Medicei” che aspettano il Rugby Mugello nel tempio del rugby fiorentino, lo stadio Padovani.

Formazione:
Bartoloni ( Romagnoli ), Assandro, Fratini, Franci ( Mazzone ), Vigiani, Sini, Michelutto, Carpini ( Cap ), Vannini L. ( Robilotta ), Ulivi, Maestrini ( Lottini ), Innocenti ( Bertocci ), Signorini, Giuliano ( Vannini D. ), De Nicolò.

A disposizione: Petrelli.

Calci di punizione: De Nicolò (2).

Miglior giocatore: De Nicolò, cinico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: