Tutto pronto per l’inizio del campionato

Si avvicina l’esordio in campionato per la nostra seniores, carico di tensione, aspettative e qualche piccolo contrattempo come sempre.

I coaches Vannini e De Nicolò nelle ultime due settimane hanno aumentato il lavoro tecnico e tattico per preparare al meglio la prima partita di campionato che non si preannuncia facile, dovendo giocare fuori casa presso il campo della Colligiana Rugby situato su quello che un tempo era il confine tra la le repubbliche di Firenze e Siena: Colle Val d’Elsa.

Analizzando la possibile formazione si scoprono interessanti novità ma anche un certo rimescolamento delle carte; soprattutto in mischia dove il ritiro per raggiunti limiti di età di Demetri ( ecco il chiodo, che può testimoniare ) e un problema alla schiena per Monaci a causa di un eccessivo carico di Chicken McNuggets hanno causato una profonda revisione delle prima linea.

Tra le novità di peso partiamo dunque da Romagnoli che è tornato nei ranghi dopo aver passato l’estate a lavorare in cucina forse nella speranza di trovare un po’ di refrigerio dalla calura del Mugello, a molti non è parsa una grande idea ma il ragazzo ha le spalle larghe e sa quel che fa e si prepara a fare il suo in prima linea come pilone o tallonatore; al suo fianco potrà contare su due figure storiche della compagine mugellana, Bartoloni e Vigiani, che passa dalla seconda alla prima linea.

Completano il quadro delle possibili prime linee Assandro ( per lui un ritorno a casa dopo gli anni degli esordi ) e Petrelli che dopo il finale di scorsa stagione è carico per diventare una pedina fissa dei cinghiali.

Abbiamo finito… o forse no? Già perchè manca IL pilone, colui che si appresta ad iniziare la sua ultima stagione agonistica, che ha girato molte squadre ma in campo è sempre stato lì davanti, che è stato portato al Mugello si dice con l’inganno, ma che poi ci si è trovato tanto bene: Fratini, che difficilmente potrà essere schierato in quanto convalescente da un piccolo intervento, i cerotti sul collo fanno pensare all’inserimento di un apparecchio acustico per sentire meglio Vannini o alla copertura di branchie per la respirazione sempre utili ai piloni dopo il 5° minuto di gioco.

Degno di menzione è Di Stefano, senza il quale molte mischie in terra mugellana sarebbero rimaste incomplete e che anche quest’anno ha la dote di presentarsi al momento giusto nel posto giusto con i tacchetti giusti, anche se in vita sua ha avuto solo scarpe a 8 con tacchetti in ferro ritenendo quelli in plastica un inutile vezzo.

Anche in seconda linea si deve registrare la partenza di alcuni elementi e l’aggiunta di nuovi, quindi a Franci e Mazzone si potrà affiancare la novità 2017 del Rugby Mugello, il più fulgido esempio di come la dieta made in U.S.A. non fa solo danni ma può anche aggiungere quei giusti chili per far diventare un cestista una promessa della mischia: Andrea Tizzanelli, benvenuto in famiglia!

In terza linea abbiamo lo solita esperienza e qualità con giocatori come Sini, Michelutto e capitan mugello Carpini, pronti a buttarsi su ogni pallone e/o avversario.

La posizione di mediamo di mischia vede giocatori intercambiabili, con gli esperti Vannini ( anche quest’anno con il doppio impegno di allenatore-giocatore, molto stressante e impegnativo, ma se volete vederlo tranquillo e nullafacente si vocifera di andarlo a trovare al Caffè Lorenzo dove vi potrà illustrare con calma e pacatezza cosa pensa dell’organizzazione di quest’anno della Palla Grossa pratese ) e De Nicolo, che inizia anche lui la sua ultima stagione agonistica e poi sarà finalmente libero di buttarsi anima e corpo nel suo sogno: aprire un istituto di recupero per arbitri, a cui spiegare finalmente il suo punto di vista senza sentirsi dire tutte le volte “se non la smetti vai fuori”.

Un’interessante scelta potrebbe essere quella del giovane Marco Robilotta che ancora in carico all’Under 18 delle Volpi Toscane potrebbe essere impegnato in questo ruolo già ricoperto durante l’amichevole precampionato con il Forlì.

Come mediano di apertura oltre al già citato Vannini, potrebbe fare il suo rientro in campo Mattera per guidare una linea veloce giovane con un’età media di 22 anni; Lottini, Davide Vannini, Ing. Bertocci, uniche le sue linee di corsa disegnate come se avesse un occhio nel cielo, Innocenti e Signorini, entrambi potenti utlity back in grado di essere utilizzati anche in terza linea, Maestrini, Giuliano.

A disposizione degli allenatori durante il corso della stagione ci potrà essere millennials da inserire nei 3/4, che ha già ben figurato nel pre stagione andando a segnare anche una meta: Samuele Maggiorelli.

Purtroppo dobbiamo registrare un infortunio dell’ultimo minuti al nostro capitano Belli che ha visto cedere nuovamente il ginocchio già infortunato e per cui si attendono gli esiti dei controlli per capire i tempi di recupero; nel frattempo si dice abbia già iniziato l’attività di riattivazione muscolare assieme a Ulivi, andando a visitare i cantieri della linea due della tramvia di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: